Monitor per pc: tris di pannelli, info e caratteristiche

Il monitor del pc è vecchiotto e va cambiato? E’ il momento migliore per farlo, fra promozioni e modelli astronomici a prezzi piccoli piccoli. Non sempre si dà il giusto peso a questa fondamentale componente della postazione digitale, si pensa al cervello mosso da intelligenza artificiale, al motore del pc, ma lo schermo è un dispositivo base da cui dipende la qualità visiva e la salute degli occhi. Più evoluto e tecnologico sarà il display, meno problemi si avranno agli occhi, grazie anche alle tecnologie che azzerano le emissioni di luci dannose per la vista. Il difficile è fare chiarezza nella giungla delle offerte, il mercato propone modelli performanti di ultima generazione, ma se non si è esperti si rischia di confonderli con monitor usciti già da qualche annetto con il rischio di fare confusione fra il vecchio e il nuovo. Sempre meglio farsi consigliare dall’esercente, se in carne e ossa, oppure fare riferimento alla rete per andare a caccia di indizi che possano confermare, o meno, la bontà del display, si consiglia a riguardo di consultare il sito www.monitorperpc.it.

Le tipiche tecnologie impiegate nella produzione di pannelli da monitor si dividono in tre macro-categorie. TN (Twisted Nematics), IPS (In plane Switching) e VA (Vertical Alignment). Per quanto queste sigle non vengano dovutamente monitorate al momento dell’acquisto di un monitor per pc, fanno un’enorme differenza in termini di qualità visiva. Partiamo dall’esaminare i pannelli TN, i più ‘anziani’ per intenderci, oggi sul mercato a prezzi più economici in presenza di altre soluzioni più avanzate, e pensare che a suo tempo i TN spodestarono i vecchi Crt a tubo catodico. I tempi cambiano, ora tocca a loro la stessa fine e anche se ancora sopravvivono all’ondata tecnologica, sono destinati ad essere subissati dallo tsunami delle nuove avanguardie che si chiamano, appunto, IPS e VA.

I primi sono i pannelli più utilizzati del momento in fascia media, concepiti per il sorpasso sui tradizionali TN. I punti forti sono l’ottima resa cromatica e l’ampiezza degli angoli di visualizzazione (180 gradi) in virtù dei quali sono la scelta dei professionisti dell’immagine. Per chiudere un cenno ai pannelli VA, noti per il nero ‘puro’ ottenuto grazie all’allineamento verticale dei cristalli liquidi su lastra vitrea. Nati qualche anno fa con qualche limite in termini di resa cromatica, oggi i pannelli VA competono alla grande con gli IPS grazie ai tempi più veloci di risposta e alla tecnologia Quantum Dot che conferisce al prodotto l’eccellenza del colore.