Macchina per la pasta a estrusione o elettrica con rulli?

La pasta è un alimento amatissimo in Italia (e non solo), ed è alla base della dieta mediterranea che siamo soliti seguire. Per tali ragioni non è raro trovare nelle nostre case una macchina per la pasta, per riuscire a prepararla a mano partendo da pochi semplici ingredienti. Le vecchie generazioni erano solite tirare l’impasto a mano, e lavorarlo senza l’aiuto di altri strumenti (mattarello a parte!). Tuttavia oggi questa tradizione, seppur conservata per certi versi, è stata sicuramente sostituita da una metodologia più pratica e veloce. Grazie alla macchina per la pasta possiamo preparare una grande quantità di pasta, in poco tempo e con zero fatica. Ma quale scegliere tra la miriade di proposte sul mercato? Per farlo potete aiutarvi leggendo i contenuti di questo sito nell’articolo sulle macchine per fare la pasta, oppure continuare nella lettura per confrontare due tra le tipologie più diffuse di macchine per la pasta. Parliamo di modelli a estrusione e modelli elettrici con rulli: quali sono i migliori?

      Le macchine per la pasta a estrusione sono le meno note in Italia, anche se ultimamente ne sentiamo parlare più spesso anche qui. Si tratta di vere e proprie impastatrici, simili a quelle che troveremmo in un laboratorio di pasta all’uovo – ma in miniatura. Sono dotate di vari dischi, che ci saranno utili per delle preparazioni diverse nel formato e nella tipologia di pasta che ci permettono di creare. Hanno un design molto moderno, e spesso anche delle funzioni tecnologiche.

      I modelli elettrici con rulli sono invece molto più diffusi, e anche riconoscibili. Sono indicati per un uso domestico, e hanno un motore che ne permette il funzionamento (anche se spesso si può rimuovere, se scegliamo di usare la sola manovella e stendere la pasta in maniera manuale). Sono macchine dotate di struttura metallica e design semplice; hanno un perno che andrà fissato sulla superficie di lavorazione per impedire alla macchina di slittare. L’impasto va appallottolato, e poi inserito negli appositi rulli (che grazie al motore ruotano convergendo tra loro). I rulli possono essere lisci, se intendiamo solo stendere la pasta o preparare la sfoglia, o tagliatori. Questi sono perfetti per fare tagliatelle, linguine, pappardelle, eccetera.