Mese: marzo 2020

Microscopi, meglio un modello ottico o elettronico? Le differenze

Il microscopio apre le porte alla conoscenza di un ‘micro mondo’ che non si vede a occhio nudo, avvalendosi di una o più lenti di ingrandimento che ingigantiscono le micro-particelle, anche le più infinitesimali, che compongono la materia. Impiegati ad uso amatoriale o lavorativo, i microscopi trovano largo impiego in ogni ambito, ma soprattutto nelle scuole come strumento didattico di conoscenza, nell’industria per il controllo qualità dei prodotti e in laboratorio per analisi di tipo medico-scientifico. Sono due le maggiori categorie in cui si suddividono i microscopi: modelli ottici ed elettronici. Ecco le principali differenze, che prendono le mosse dalla fonte di luce attinta per l’osservazione del campione o preparato. A seconda del sistema adottato per l’analisi del campione dipende la qualità dell’ingrandimento e della resa cromatica. Nei classici modelli ottici il campione viene analizzato dopo essere stato collocato su… Leggi Tutto